lunedì 17 dicembre 2012

Rinascita

Che relazione strana, potrebbero dire che sia una cosa passeggera, una cosa immatura, ma non l'hai provata tu stesso. Io la considererei una calamita, sì una calamita potente, perché non ce la possiamo fare a stare lontani. Siamo così, ci amiamo al massimo, ci buttiamo tutta l'anima in un periodo breve ma pieno, movimentato e quando siamo troppo stanchi dall'esserci amati troppo e siamo sciupati facciamo una pausa, è una cosa strana da dire... Ci stacchiamo, ci allontaniamo dopo mesi torniamo più forti di prima e inizia di nuovo il nostro ciclo, la nostra spirale dell'amore che non si ferma più fino alla prossima pausa. Noi non ce la facciamo a dirci addio, piuttosto ci uccidiamo a vicenda facendoci i peggiori torti. Ma quando siamo davanti l'uno all'altra e ci guardiamo negli occhi, quando ci sfioriamo... Be' non riusciamo più a fermarci. E si dimentica tutto, tutto il dolore, tutte le persone e le stupide storie che abbiamo avuto aspettando di incontrarci di nuovo. E così, una coppia di stronzi potremmo dire, ma ci amiamo, non potete dirmi che questo non è amore, non l'avete provato. Be' oltre a tutto il dolore, ogni volta che pace è stata fatta si raggiunge il picco della perfezione, dello star bene. Stiamo da dio. E be' potreste considerarlo amore, amore a modo nostro, forse l'amore degli stronzi. Quindi io presumo sia amore, anche se a modo suo.

Nessun commento:

Posta un commento